Il cerchio di gesso del Caucaso

L’Ile flottante porta in scena “Il cerchio di gesso del Caucaso” di Bertolt Brecht.
Regia: Francesca Satta Flores
Scene e costumi: Lisa Marafini

Venerdì 20 maggio ore 21,30
Sabato 21 maggio ore 17

Sempre in bilico tra tono epico e grottesco, il testo prende spunto da un’antica leggenda cinese per narrare le complesse vicende legate a due personaggi in qualche modo esemplari: Grusha, una sguattera del palazzo del Governatore, e Azdak, scrivano di un villaggio. Entrambi saranno coinvolti, per seguire la voce della propria anima, in vicende molto più grandi di loro, che li porteranno a confrontarsi con i massimi esponenti del potere e con tutti gli aspetti della giustizia.

Il tema attorno al quale ruota la riflessione di Brecht è quello dell’amore e del possesso, scandagliato attraverso la storia di un bambino di pochi mesi perso e ritrovato, abbandonato e generosamente soccorso, a dispetto di qualsiasi logica, da chi non ha altre risorse se non il seguire, tenacemente, la propria coscienza. Il percorso lungo il quale il testo si muove trae la sua forza dall’ironia costante e acuminata con cui vengono affrontati e sbaragliati tutti i luoghi comuni legati all’etica e alla bontà e guida il pubblico, attraverso un sicuro divertimento, alla scoperta – oggi più che mai necessaria – della deflagrante energia insita nelle risorse interiori dell’individuo.

Il costo del biglietto è di 12 euro (10 euro per i tesserati)
Be Sociable, Share!