C’est la vie

Giovedì 15 marzo 21.05cestlavie
Sabato 17 marzo 16.30

di Olivier Nakache, Eric Toledano

con Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve

Commedia (115 min.)

di Olivier Nakache, Eric Toledano

con Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve, Gilles Lellouche, Vincent Macaigne, Suzanne Clement, Judith Chemla, William Lebghil, Kevin Azais,

Nulla è più importante per due sposi del giorno del proprio matrimonio. Tutto deve essere magico in ogni momento. E per organizzare la festa perfetta, Max e il suo team sono i migliori in circolazione. Pierre ed Elena hanno deciso di sposarsi in un magnifico castello poco fuori Parigi e hanno scelto di affidarsi a loro per una serata meravigliosa. Tutte le fasi, dall’organizzazione alla festa, viste attraverso gli occhi di quelli che lavorano per renderla speciale. Sarà una lunga giornata, ricca di sorprese, colpi di scena e grandi risate.

 

12^ EDIZIONE FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2017.

Soggetto: Max e il suo team sono chiamati ad organizzare la festa di matrimonio per Pierre e Elena, che hanno deciso di sposarsi in un magnifico castello poco fuori Parigi. Dalla preparazione allo svolgimento, molti imprevisti succedono durante la serata…

E’ ancora vivo il ricordo di “Quasi amici” il film che nel 2011 lanciò con un convincente e grande successo il duo Eric Toledano & Olivier Nakache. Quel titolo puntava (quasi) tutto sull’incontro tra un ricco paraplegico e un uomo di colore senza lavoro che si offriva di fargli da assistente. Questa di oggi è ancora una volta una commedia che sul filone tradizionale di un umorismo prevalente, innesta tratti di satira spinta e pungente, mirata a mettere alla berlina pregi e difetti della società (francese) contemporanea. Il racconto si snoda tutto nell’arco di una giornata, tra la preparazione di un banchetto di nozze e il suo svolgimento fino alle luci dell’alba. Intorno c’è il mondo degli addetti ai lavori, camerieri, cuochi, musicisti: un microcosmo umano che racchiude in sé la società tutta, tra tic, abitudini, vizi. Non mancano, va detto, battute incalzanti e serrate, risultato di una sceneggiatura puntuale e ben calibrata. I due registi si confermano acuti osservatori della realtà attuale della Francia, con un copione in grado di soddisfare un pubblico ampio. Tra i temi meno facili affrontati, va notata la riflessione sul cambiamento in corsa nel mondo del lavoro. Un divertimento intelligente per un film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile, realistico e adatto per dibattiti.

Guarda il trailer

Be Sociable, Share!