La profezia dell’armadillo

Giovedì 22 novembre 21.15armadillo
Sabato 24 novembre 16.30

di Emanuele Scaringi
con Simone Liberati, Valerio Aprea, Pietro Castellitto

di Emanuele Scaringi
con Simone Liberati, Valerio Aprea, Pietro Castellitto, Laura Morante, Claudia Pandolfi
Drammatico (99 min.)

 

Una commedia di erranza che rilegge al cinema la poesia urbana e le storie autobiografiche di Zerocalcare.

Zero ha ventisette anni, vive nel quartiere periferico di Rebibbia, più precisamente nella Tiburtina Valley. Terra di Mammuth, tute acetate, corpi reclusi e cuori grandi. Dove manca tutto ma non serve niente. Zero ha ventisette anni e il talento per il disegno. La sua vita sociale si limita a Secco con cui condivide l’entusiasmo per la geek culture. Ma la sua vera passione è Camille, il suo amore di sempre traslocato a Tolosa. Camille che ama e che adesso l’anoressia ha vinto. Cercando dentro di sé le parole per dire il suo lutto, Zero oscilla tra nostalgia e proiezioni ‘corazzate’. In conflitto perenne con se stesso, la sua voce interiore ha il corpo placcato di un armadillo, presenza rassicurante che lo accompagna permanentemente. Tra Rebibbia e Roma Nord, passando per il temibile centro, Zero si imbarca in un’avventura splenica e comica, specchio di un’intera generazione.

la profezia dell’armadillo” sta tra i rari film italiani ben scritti, da vedere senza sofferenze: la bravura di Zerocalcare, capace nei suoi fumetti di dialoghi che superano di moltissimo il raggio d’azione dello sceneggiatore italiano arriva sullo schermo.(Il Foglio)

CRITICA DI LA PROFEZIA DELL’ARMADILLO:

La prima scommessa sul fumetto al cinema da molti anni a questa parte. C’era molta attesa e responsabilità per vedere le potenzialità di uno dei nostri maggiori autori a fumetti come Zerocalcare e la scommessa si può dire in parte vinta. Il film spinge sulla commedia, forse allineandosi ad altri prodotti cinematografici affini, ma mantiene l’atmosfera originale e un velo di malinconia. Ottimi Liberati e Castellitto, motore di credibilità nei panni di Zero e Secco. Meno politico e più conciliato, è un piccolo diligente film che diverte e si fruisce bene senza aver dovuto leggere il romanzo a fumetti originale. (Mauro Donzelli – Comingsoon.it)

Guarda il trailer

 

Be Sociable, Share!