Il primo Natale

PROSSIMAMENTEprimonatale

di Salvatore Ficarra, Valentino Picone
con Salvatore Ficarra, Valentino Picone

Commedia
Anno: 2019
di Salvatore Ficarra, Valentino Picone
con Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Massimo Popolizio
Paese: Italia
Distribuzione: Medusa Film
Sceneggiatura: Valentino Picone, Salvatore Ficarra, Nicola Guaglianone, Fabrizio Testini
Fotografia: Daniele Cipri
Produzione: Tramp Limited

Il Primo Natale, settimo film di Ficarra e Picone, dopo il grande successo di L’ora Legale, vede protagonisti Salvo e Valentino in due vesti completamente contrapposte:  ladro il primo, sacerdote il secondo, si ritroveranno catapultati indietro nel tempo di oltre duemila anni, fino all’epoca, appunto, del primo Natale. Mentre si mettono alla ricerca di Giuseppe e Maria per fare in modo che la nascita di Gesù vada secondo la tradizione, Re Erode (Massimo Popolizio) è sulle loro tracce. Cambieranno le sorti del Natale o salveranno la festa più attesa dell’anno?
Nel loro viaggio nel tempo incontreranno tanti personaggi più o meno noti della storia e della religione.

Il Primo Natale arriva dopo il notevole successo di L’ora legale (2017), che ha portato a casa ben 10.140.000 euro, rivelandosi il più grande risultato della carriera cinematografica in crescendo di Ficarra e Picone. I comici palermitani non hanno iniziato autodirigendosi:  il loro primo film da protagonisti, Nati stanchi (2002), portava la firma di Dominick Tambasco. Successivamente, per il Il 7 e l’8 (2007) e La matassa (2009), si sono occupati della regia insieme a Giambattista Avellino, per poi prendere definitivamente in mano le redini dei loro lungometraggi con Anche se è amore non si vede (2011):  il successivo ottimo esito di Andiamo a quel paese (2014) ha aperto le porte a L’ora legale e allo stabilizzarsi di una vena satirica e divertita.
La sceneggiatura di Il primo Natale, che istintivamente farebbe pensare a Non ci resta che piangere, è stata scritta ancora in collaborazione con Nicola Guaglianone e Fabrizio Testini, mentre l’allestimento complesso del film in costume è affidato alle cure di Francesco Frigeri per le scenografie, tre volte David di Donatello, tra cui una per La leggenda del pianista sull’oceano. La fotografia è per la prima volta a cura del conterraneo Daniele Ciprì, già della celebre ditta avanguardistica Ciprì & Maresco (gli autori di Blob e Cinico TV), di recente messosi alla prova con un’altra ricostruzione d’epoca remota per Il primo re di Matteo Rovere. Nonostante non si sia mai fatto mancare il cinema come alternativa alla sua continua attività teatrale, Massimo Popolizio, qui interprete di Erode, solo l’anno scorso ha avuto un ruolo cinematografico da protagonista in un film a larga distribuzione:  ha interpretato infatti Mussolini nel Sono tornato di Luca Miniero.

Guarda il trailer

Be Sociable, Share!